Corpi A Priori - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 

Ecco come nasce Corpi a Priori: da un esigenza comune di alcuni amici di condividere uno spazio comune per indagare quel luogo di cui tanto si parla, di cui sempre meno si conosce: il corpo. Questi amici ci si chiamano Andre Addante, Emanuele Sonzini e Francesca Bianco. Dalla necessità di poter godere del privilegio di coccolare il proprio corpo per alcune ore a settimana nasce il nome del gruppo:Corpi a Priori, ovvero corpi che dismettono i panni di insegnante, studente, artista e casalinga per prendersi cura l’uno dell’altra.

Due anni di laboratori teatrali in oratorio dal 2009 al 2011 serviti a rendere saldo un gruppo che aveva accolto uno tra i componenti più attivi della compagnia, Francesco Famoso. I CAP (acronimo di Corpi A Priori) desiderosi di portare al di là dei saggi di fine anno un percorso condivisibile da diverse età debuttano con la performance (Nei) confronti generazionali, una primo step di ricerca di un linguaggio comune approfondito poi grazie all’incontro con Maria Arena in occasione di Danae Festival. Il progetto Viaggiatore Solitario,  della regista catanese, vedeva in scena il giovane gruppo milanese, che dopo la partecipazione al Festival continua tutt’ora una progettualità comune alla regista professionista e vede coinvolte le due ragazze di spicco nel gruppo: Isabella Maida e Mariachiara Silleni.

Dopo 4 anni di attività cominciano a delinearsi così i primi tratti distintivi del gruppo di giovani adulti, che indaga il delicato passaggio tra adolescenza ed età adulta attraverso l’uso di linguaggi giovanili, come il rap e l’utilizzo del mezzo video, praticato con più frequenza da Tommaso Tacchino, che firma la regia dell’ultimo progetto artistico: il video clip Uomini_ed_Eroi per il brano scritto ed interpretato da AD (Andrea Addante). Performance, teatro, rap, videoclip e giochi di parole animano e ispirano il giovane gruppo che ha in serbo, per il piccolo pubblico che li segue dalla nascita, tante altre collaborazioni e performance, perché è proprio così che la compagnia consegue la sua formazione artistica, attraverso l’intervento e la collaborazione di artisti più maturi che con la loro esperienza stimolano e fanno nascere i tratti distintivi di questi sei under23.

(in ordine di anzianità, ovviamente in senso lato)
Emanuele Sonzini, Andrea Addante, Francesco Famoso,
Tommaso Tacchino, Mariachiara Silleni, Isabella Maida.

Torna ai contenuti | Torna al menu